Milano City Marathon 2014

Ritrovo Running Forum

Dopo aver atteso tanto questo giorno finalmente entro in griglia, dai fatemi partire presto che la tensione mi sta stancando e le gambe vogliono partire. Tre, due, uno. si parte ! ma qui siamo indietrissimo e si cammina appena, poi ci fermiamo, camminiamo e stop, poi si inizia a correre e faccio partire il mio Garmin 50 mt prima della partenza. Fantastico, sono dentro a questo fiume di runner pieni di energia, mi trascina e non faccio fatica a correre. Arriva il primo ristoro al km 5 e prendo acqua e sali. Fa caldo da subito, pensavo di partire e soffrire freddo per un pò per la sola canotta che indosso ed invece no. Arriva il km 10 secondo i piani ( forse troppo veloce ), poi si passa da Lotto con il cambio della staffetta e la gente che ti incita e ti da energia, al ristoro del 15 prendo solo acqua. Alla mezza inizio a sentire le gambe pesanti ( onnooooooo !!! )
Faccio finta di niente, devo andare avanti e manca ancora tantissimo. Al ristoro del km 25 perdo di vista Domenico con il quale ho corso finora, non ha accellerato lui, ho rallentato io, lui si gira e gli faccio segno di andare avanti io provo a gestire la crisi rallentando un pò. Si passa da San Babila e dal Duomo, le vie del centro piene di gente, ma poi un dolore ai due polpacci mi fa fermare. Dal km 31 è tutto un camminare e correre a malapena a 6 al minuto, vengo superato da un sacco di gente, anche se ai bordi delle strade ci sono sempre più persone ferme che si tirano i muscoli contro gli alberi, contro le macchine in sosta, alcuni per terra. Penso solo ad arrivare, non mi guardo in giro, sento poco il tifo, devo fare un passo dopo l’ altro; mi superano i pacer delle 4 ore, e provo rammarico, avrei voluto tanto chiuderla in meno di 4 ore, ma sono inerme; poco dopo vedo il cartello dell’ ultimo km ora corro lento e goffo, ma corro, vedo il mio Garmin che segnala 42 km e 200 mt, ne aspetto altri 200, ma poi schiaccio stop anche se l’ arrivo è lì davanti a me. “Stop”, sono 3 ore 59 min e 20 sec alla faccia gun-time.
Ricordo bene l’ arrivo a braccia alzate, la signora che mi mette la medaglia, il sudore che mi gomfia gli occhi, la foto ufficiale.
Questa è stata “solo” la gara, ma la maratona è stata tutti gli allenamenti agli orari più disparati, quelli della domenica con Domenico, le letture del Running Forum con I consigli dei più esperti e l’ energia di gente che non molla mai, il ritrovo con gli avatar che finalmente vedo in carne ed ossa, l’ andare insieme nelle rispettive griglie, correre un pezzo di strada insieme o incrociarsi solo per pochi metri: è stata una festa, un’ esperienza bellissima.Sofferenza

Questa voce è stata pubblicata in Running. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...